Mirandola - San Martino Spino


Percorso di Pedalate Amiche, a cura della provincia di Modena: Si parte dalla centrale Piazza Costituente di Mirandola. Ci immettiamo su viale Cinque Martiri in direzione nord (indicazioni Ferrara) dopo aver superato il viale di Circonvallazione. All’incrocio successivo si volta a destra seguendo la pista ciclabile che corre a lato di viale Gramsci. All’incrocio semaforico si imbocca sulla sinistra via Bruino. Giunti alla rotonda del depuratore si tira diritto in direzione di Quarantoli, lasciando la periferia di Mirandola per la campagna aperta. Giunti all’incrocio con via Punta si svolta a sinistra raggiungendo infine il centro di Quarantoli, dopo aver percorso un breve tratto di pista ciclabile. Dalla frazione si segue via Valli in direzione di San Martino Spino, sempre su pista ciclabile. Poco più avanti si sottopassa la linea ferroviaria Bologna- Verona, dopo la quale bisogna imboccare sulla sinistra via Falconiera. Giunti ai fabbricati colonici delfondo Falconiera (terramare dell’età del Bronzo) si svolta a destra e dopo 700 m, ad un grosso crocevia, ancora a destra su via Pinzone, iniziando ben presto a fiancheggiare il canale di Quarantoli ,s i continua sempre diritto per almeno quattro chilometri fino al Ponte dei Rossi, dove si interseca la strada provinciale N° 7 che va seguita sulla destra, portandosi in prossimità del centro di San Martino Spino e all’incrocio con via Valli. Qui si tiene la sinistra verso il centro del paese. La frazione successiva fino al Palazzo di Portovecchio viene effettuata su strade campestri. Abbandoniamo perciò via Valli per svoltare a sinistra su via Bisatello, che ci riporta in direzione del canale di Quarantoli. Si pedala a fianco di quest’ultimo per un breve tratto, fino all’area recintata che delimita il Palazzo di Portovecchio. Continuando a pedalare tra la recinzione e il canale, arriviamo ad un incrocio nei pressi dell’unico ponticello sul canale di Quarantoli. Svoltando a sinistra si raggiunge l’estremità più settentrionale del territorio Modenese, un’area circolare delimitata da grandi alberi e conosciuta con il nome di “Pedoca”; verso nord, in direzione di un ponticello, si potrà vedere un cippo di confine di stato tra i ducati di Mirandola, Modena e Ferrara. Ritornati sui propri passi e superato nuovamente il ponte sul canale di Quarantoli, tiriamo diritto ora su strada ben ghiaiata che passa davanti al Barchessone di Portovecchio e porta in breve a San Martino Spino. Attraversata via Valli si continua diritto su via Giavarotta, superando una seconda sbarra che limita l’accesso ai mezzi meccanici. Un chilometro più avanti deviamo a destra di fianco al fosso scolmatore e proseguiamo fino ad incrociare via Zanzur. Qui si volta a sinistra superando il Barchessone Pascolo mentre, poco distante sulla destra, intravediamo il Barchessone Vecchio che ospita il Centro di Educazione Ambientale “La Raganella”. Continuando fino al termine di via Zanzur si supera un ponticello e si sbuca su via delle Partite. Svoltando a destra si inizia a percorrere la strada ghiaiata fino all’incrocio con via Pitoccheria. Seguiamo quest’ultima sulla destra superando il ponte sul “cavo di Sopra” e transitando davanti a una casa rurale abbandonata denominata “La Povertà”. Il percorso fiancheggia a lungo il canale, Arrivati in via Guidalina, la si segue sulla sinistra e duecento metri più avanti si lascia la strada principale e si volta a destra imboccando una strada ghiaiata senza indicazioni segnaletiche. Si continua su via cavo che costeggia l’omonimo canale diversivo e, più avanti, diventa asfaltata. Proseguiamo in direzione ovest ignorando via Cazzuola sulla sinistra e via Gavello sulla destra. La strada si porta a ridosso della linea ferroviaria e compie una curva a destra continuando a fiancheggiare i binari.Più avanti il fondo diventa ghiaiato (inizio via Papazzona) e in breve si arriva all’incrocio con via Diavolo. Qui si svolta a sinistra sul ponte stradale che supera la linea ferroviaria, portandosi in breve all’incrocio con via dei Fabbri. Facendo attenzione al traffico automobilistico, seguiamo via dei Fabbri sulla sinistra fino ad incrociare via Gramsci. A questo punto basta seguire sulla destra la pista ciclabile che la fiancheggia, facendo ritorno in breve al punto di partenza.

 

 

Distanza: 46,20 Km
Altitudine minima: 5 m
Altitudine massima: 20 m
Dislivello Totale: 20 m
Punto di Partenza : Piazza Costituente 28, 41037 Mirandola MO
Tempo di Percorrenza: MTB 3h 50 min.
Procedere seguendo la traccia sul GPS in senso Antiorario.
Fonte: Brochure Pedalate Amiche, Ortofoto, OpenStreetMap. Percorso aggiornato al 2022

Scarica il Percorso GPX

Fai conoscere www.modenagps.it condividimi sui social: