Cima Sasso della Croce - Itinerario 4

 

Sale quasi a perpendicolo sui versanti del Sasso della Croce, la cima più alta delle guglie. Presenta tratti attrezzati, offrendo continui scorci di panoramicità sui vari ambienti del Parco e anche oltre, all'orizzonte, sulle cime più alte appenniniche, sulla Pianura Padana e nelle giornate più terse, fino alla catena alpina. Può offrire l'avvistamento di alcune specie di volatili che vivono in questi ambienti, dal falco pellegrino al corvo imperiale, dalla rondine montana al picchio muraiolo. Non mancano curiosità botaniche: dall'erica arborea, al pungitopo, dall'elicriso, al timo, nonché resti antichi della presenza dell'uomo, quali tracciati e scalinate scavate nella roccia, grotte, nascondigli e rifugi. Pure le rocce "parlano", mostrando i resti degli antichi depositi marini su cui si depositarono le sabbie che oggi costituiscono l'impalcatura principale dei sassi. Normalmente aperto il Sabato, Domenica e festivi da Pasqua al 1 Novembre di ogni anno, nella restante parte dell'anno osserva la consueta chiusura invernale causa elevata pericolosità dovuta alla possibile presenza di tratti umidi, scivolosi o ghiacciati.

 

 

Distanza: 0,60 Km
Altitudine minima: 456 m
Altitudine massima: 484 m
Dislivello Totale: 54 m - Difficoltà: EE (Escursionistico con passaggi attrezzati).
Punto di Partenza e Arrivo: Centro visitatori - Via Sassi 2000 - Loc. Borgo dei Sassi 41050 Roccamalatina di Guiglia (MO)
Tempo di Percorrenza: TREKKING 0h 40 min.
Procedere seguendo la traccia sul GPS in senso Antiorario a salire, Orario a scendere.
Fonte: Zocca e Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina (1-25000), OpenStreetMap. Percorso aggiornato al 2021

Scarica il Percorso GPX

Fai conoscere www.modenagps.it condividimi sui social: